Siete indecisi se acquistare un camino elettrico o installarne uno tradizionale Ecco la risposta definitiva

Come funzionano i camini elettrici: ecco la risposta definitiva

Ormai da tempo, i camini elettrici sono stati messi sul mercato e vengono considerati ottimi per ottenere una casa calda, per praticità di utilizzo ma soprattutto perché non richiedono un grande spazio per l’installazione, basta pensare che molte volte, come dimensioni, vengono paragonati a dei quadri. Andiamo a vedere da vicino quali sono i vantaggi di acquistarne uno, come funzionano e quali sono le caratteristiche strutturali che li rendono adatti ad ogni ambiente casalingo.

Camino elettrico: perché è la migliore scelta per il riscaldamento della propria casa

Prima di tutto scegliere di installare un camino elettrico all’interno della propria casa farà risparmiare tempo e fatica per l’alimentazione, in quanto a differenza di quelli tradizionali non hanno bisogno di legna per funzionare, essendo formato da resistenze elettriche che sviluppano chiaramente il calore. Inoltre non emettono alcun modo sostanze che possano danneggiare la salute di chi vi è vicino. Inoltre non produce cenere nè fumo, che talvolta possono essere fastidiosi all’olfatto, oltre che dannosi per la salute. In questo modo risparmierete la fatica di tagliare la legna e di tenerne sempre una scorta sotto mano.

Ritornando però ai vantaggi di averne uno in casa propria, un camino elettrico richiede davvero poco spazio per l’installazione. Paragonabile infatti a quello di un quadro, il camino permette guadagnare molto spazio a differenza delle grosse stufe, climatizzatori o camini tradizionali. Per quanto riguarda poi ciò di cui necessita per funzionare, oltre a cavi e ventole, non ci sono degli impianti che prevedono l’installazione di grandi opere all’interno delle pareti domestiche. Installarne uno non richiede troppo tempo e i lavori saranno rapidi da effettuare.

Camino elettrico: come funziona e quali sono le caratteristiche strutturali

Passiamo adesso alle caratteristiche vere e proprie del camino elettrico e vediamo come funziona (scopri di più maisonfire.com/come-funziona-camino-elettrico/). Il funzionamento è molto semplice ed è identico a quello di una stufa elettrica, poiché il meccanismo di base è formato da resistenze e ventole di aerazione, che rispettivamente producono calore e lo disperdono nell’ambiente in modo da riscaldare efficacemente tutta la casa e rendere l’ambiente caldo e accogliente. Chiaramente, rispetto ad una stufa elettrica tradizionale, il camino permette di ottenere delle prestazioni di gran lunga migliori. Contribuiscono al funzionamento del camino elettrico anche alcuni cavi dell’elettricità, in genere di piccole dimensioni però molto spessi, potendo ospitare generalmente fino a 2000 watt di potenza.

Come abbiamo già accennato, la presenza delle ventole di aerazione forzata sono fondamentali per poter ottimizzare le prestazioni del camino. A proposito poi di ottimizzazione, è da sottolineare che la tecnologia ha fatto davvero passi da gigante e nella creazione di questi fantastici elettrodomestici, hanno preso in considerazione anche la possibilità di regolare le varie caratteristiche funzionali da remoto, grazie all’utilizzo di app, telecomandi ecc.

Quanto invece alle caratteristiche strutturali e prettamente estetiche, nello stile si evidenziano i dettagli in metallo ed uno schermo che emula la combustione di alcuni pezzi di legno. Queste animazioni sono curate nei minimi dettagli per ottenere un effetto più che realistico. Spegnendo la luce specialmente, quasi si confonde con uno tradizionale, per quanto siano realistici i modelli attuali. Per questo motivo sono ideali per ogni tipo di arredamento, oltre ad essere molto efficienti indifferentemente dall’ambiente da riscaldare.

Insomma, avere a disposizione un camino elettrico è un’ottima scelta per la propria casa, consigliata dai migliori interior designer che li valutano come eccellenti per ottenere uno stile elegante e raffinato. Sono adattabili, come già evidenziato, a tutte gli stili, classico, moderno, rustico, retro e tanto altro ancora.