Domain Authority consigli utili per aumentarla

Domain Authority: consigli utili per aumentarla

Ci sono siti web presenti on-line da tantissimo tempo, ma che non hanno assolutamente nessun successo. Altri invece nel breve volgere di pochi mesi arrivano in vetta.

C’è un sistema per misurare e stimare la qualità di questi siti e del tuo portale. Si tratta della Domain Authority. È una metrica in grado di suggerire quanto effettivamente è buono un sito e quanto risulta vincente nel confronto con gli altri e non solo quanto è visibile.

Come aumentare la tua Domain Authority

MOZ, specialista negli strumenti per SEO ha implementato una metrica, chiamata Domain Authority, che misura con un valore percentuale il successo di un portale. In qualche aspetto somiglia al PageRank, l’algoritmo di Larry Page da cui prende spunto.

La Domain Authority, però non viene utilizzata dagli algoritmi di Google, Ma si tratta di un criterio usato da un’azienda privata, Moz e quindi non influenza il posizionamento serp.

Questa metrica ci dice quanto un portale è in grado di avere un posizionamento vantaggioso, con una unità di misura convenzionale è comunemente accettata. Questa fornisce misure di paragone per un sito, ma anche per quello dei concorrenti da analizzare, oppure dei candidati a cui richiedere link, operazione necessaria per avere successo online è aumentare la Domain Authority del sito (approfondisci sul sito spider-link.it).

Si basa sul calcolo dei domini in entrata, la loro qualità e quantità, l’età del portale, la diffusione sui canali social e la dimensione lorda del sito, che ci fornisce una sorte indicazione sulla densità dei llink.

I parametri visibili dell’algoritmo di MOZ sono MozTrust e MozRank, ma ce ne sono altri mantenuti segreti. In particolare quello sul rank è legato al genere di un dominio in entrata tramite link, mentre il trust ci suggerisce quanto un dato portale è connesso con altri di qualità. Ambedue i fattori arrivano da 0 a 10.

Ad essere stimati per il posizionamento sono i link follow, mentre i nofollow non vengono conteggiati. Ovviamente non conta soltanto la quantità ma anche l’attinenza, perché altrimenti si rischia di appesantire il portale e far abbassare tutti i punteggi.

Esiste anche il fattore della Page Authority, sempre percentuale. Questo esprime la probabilità di posizionamento di una pagina nei motori di ricerca, considerando solo i fattori strutturali.

Migliorare la Domain Authority

Anche se la DA non è un valore strettamente SEO, si può utilizzarla per migliorare il sito, perché dipende dall’importanza complessiva del portale e dei link che contiene, oltre alle condivisioni social.

Purtroppo il miglioramento della DA non è lineare e più è alta la qualità di un portale più difficile farla salire ulteriormente in questa ottica.

Come suggerito su https://www.spider-link.it/domain-authority-cose-e-come-incrementarla/ i parametri su cui si può lavorare sono parecchi, anche se per molti di essi ad essere dominante è l’intervento professionale di chi gestisce la SEO.

Si parte con il numero e la qualità dei link in ingresso, anche dal punto di vista del l’attinenza, eliminando quelli di scarsa importanza o qualità. A questo si unisce l’attirare più portali a linkare verso il tuo, anche attraverso sistemi avanzati di collegamento.

Ovviamente per aumentare la Domain Authority devi anche migliorare la qualità del tuo portale per renderlo più appetibile e quindi più in grado di attirare link in maniera spontanea. Si agisce anche creando anche un maggior traffico social.

Al tempo stesso però si deve lavorare per renderlo più snello e veloce ma soprattutto caricabile su dispositivi mobili, se si vuol incrementare la DA.

Inoltre con Disavow Tool di Google Search Console si possono eliminare i link poco convenienti come quelli con un attendibilità più bassa della tua che non ti aiutano per niente.

Comunque la DA e la SEO sono strettamente correlate e devono lavorare di pari passo se si vuol ottenere un portale molto seguito e di conseguenza redditizio.