Cos'è la paura delle malattie

Cos’è la paura delle malattie

Una fobia piuttosto comune, capace di influire sulla quotidianità di ogni persona provocando stati d’ansia e stress è la paura delle malattie.
Si tratta di un disturbo che non va mai sottovalutato ma al contrario affrontato. Naturalmente trattandosi di un problema psicologico, non ha la stessa causa per tutti i soggetti e per questo si può anche manifestare sotto forma di diversi sintomi.

Il nome scientifico di tale problematica prende il nome di ipocondria e le persone che soffrono di questa fobia sono convinte di avere qualche malattia; nonostante poi vengano eseguiti accurati controlli per verificare il proprio stato di salute, iniziano a pensare di averne un’altra ancora.
E’ chiaro che non si tratta di una disfunzione ereditaria nè mentale ma spesso crescere con dei genitori che ne soffrono potrebbe favorire la nascita del disturbo. Se non curata in tempo tale fobia può diventare una vera e propria patologia e portare a gravi forme di depressione.

E’ fondamentale così interrompere per tempo il circolo vizioso perché uscirne si rivela essere importante per la propria salute psicologica.

Cause della paura delle malattie

Riuscire a comprendere il perché di questa fobia è fondamentale per poterla contrastare. In alcuni casi è stato dimostrato che l’ipocondria era collegata a un bisogno di eccessivo controllo sul proprio corpo magari per non pensare realmente alle grandi preoccupazioni che incombono sulla vita. Il sistema nervoso tenda infatti di trovare degli oggetti di malessere nel corpo ma in realtà la psiche ci dice che a volte si ha bisogno di essere maggiormente ascoltati.

Un’altra causa che potrebbe portare invece alla paura delle malattie deriva dal bisogno costante di attenzione versi gli altri. Pensare di essere malati permette di avere sempre accanto qualcuno disponibile a curarci e a perderci cura di noi stessi.

Come combattere la paure delle malattie

In primis si dimostra essere necessario per combattere la paura delle malattie non cercare assiduamente su internet i sintomi di ogni possibile patologia. Questo infatti è assolutamente malsano e non farà altro che aumentare in maniera esponenziale le proprie paure. Non è necessario inoltre neanche fare visite frequenti ad un ogni piccolo fastidio e interpellare con costanza i medici.

L’importante è sempre mantenere la calma e nel caso in cui si avverte realmente qualche sintomo bisogna domandarsi con obiettività se ogni malessere è confluito poi in un male tremendo reale oppure soltanto in un timore infondato.

Non bisogna mai inoltre chiudersi in se stessi ma piuttosto è fondamentale continuare a vivere liberamente la propria vita e coltivare interessi ed amicizie. Non si rivela però produttivo circondarsi di persone che tendono a banalizzare il problema oppure che cercano di prenderlo troppo sotto gamba.

Naturalmente è chiaro che per sconfiggere questa fobia è necessario del tempo e molta forza di volontà. Sono tante le persone che sono riuscite ad effettuare dei cambiamenti radicali lavorando con costanza su se stessi e comprendendo seriamente quale fosse il problema principale per cui soffrivano di ipocondria.

Si rivela spesso utile infine affrontare la questione con un bravo terapeuta che permetterà di non scaricare in modo eccessivo le ansie a paure sulle persone vicine. Una volta che il peggio sarà finalmente lasciato alle spalle, bisogna ritrovare se stessi e la propria felicità, ricordando magari con sorriso i momenti difficili trascorsi e ormai passati.