Roma, una città da scoprire in bicicletta per un'esperienza unica ed emozionante

Roma, una città da scoprire in bicicletta per un’esperienza unica ed emozionante

Per la stagione della primavera, perché non visitare la città eterna in bicicletta? Roma si presta perfettamente per essere vissuta anche sulle due ruote. Scoprirai le bellezze paesaggistiche e quelle dei monumenti che solo una città come Roma sa regalare ai suoi turisti, e non solo.

Viaggiare in modalità green è una moda che si sta rapidamente diffondendo, anche perché nelle persone sta crescendo una nuova sensibilità verso l’ambiente. Scegliere di spostarsi con un mezzo così ecologico sarà un’emozione nuova, che ti farà riscoprire la voglia di riallacciare quell’antico amore fra l’uomo e la natura.

Per visitare Roma in bici e rendere l’esperienza indimenticabile, puoi scegliere di affidarti a un punto di stoccaggio per conservare i tuoi oggetti personali. Per trovare i migliori depositi bagagli a Roma, visita il sito di RadicalStorage.com o scarica la app dedicata. Ecco alcune proposte che dovresti monitorare per visitare Roma a bordo del tuo mezzo a due ruote.

Pista ciclabile della Tiberina

Una delle piste ciclabili più lunghe di Roma, circa 30 chilometri, è quella della Tiberina. Si tratta di un bell’itinerario, che collega la capitale dal versante Nord a quello Sud. Attraversando questa pista ciclabile, pedalerai vicino agli argini del Tevere, il più famoso fiume della Città Eterna. Costellerai la zona rurale di Castel Giubileo, nell’Agro Romano. Quindi, giungerai fino al Ponte di Mezzocammino e ti ritroverai sul bellissimo Ponte Milvio. La pista ciclabile transita anche lungo campi verdi dalla bellezza molto suggestiva, per uno scenario molto gradito dagli amanti della natura. Nel periodo estivo, nei pressi dell’isola Tiberina, potrai fermarti accanto a degli stand per una pausa ristoro gustosa, o prendere parte a un aperitivo.

Pista ciclabile dell’Eur a Caracalla

Roma è una città piena di storia. Grazie a una meravigliosa avventura in bici alla scoperta della Capitale, potrai passare accanto alle antiche mura Aureliane, costruite per difenderla da eventuali attacchi dei barbari. Qui il percorso prosegue verso le terme di Caracalla e il centro della città. Una volta raggiunte le terme, potrai fermarti per una tappa e ammirare le terme imperiali. Quindi, ti ritroverai in un posto che racconta la storia cittadina, lontana da costruzioni di palazzi moderni. Le terme di Caracalla furono delle strutture pubbliche tra le più importanti, fino a quando non furono erette le terme di Diocleziano.

La pista ciclabile da Villa Ada a Villa Borghese

In questo meraviglioso percorso in bici, potrai raggiungere anche i due polmoni verdi della città, ossia i suoi due parchi Comunali Villa Ada e Villa Borghese. La prima ospita numerose strutture neoclassiche, come la Villa Reale situata nella parte settentrionale della città, nel quartiere Parioli. La seconda, invece, è un giardino all’italiana, con aree verdi molto ampie in stile inglese, dotato di laghetti e fontane, piccoli fabbricati ed edifici. I due parchi Comunali sono collegati tra loro da Via del Foro italico fino al Parco delle Valli. Quindi, percorrendo il viale del Giardino Zoologico, puoi raggiungere Valle Giulia e dirigerti verso la pista Tiberiana.

La Pista ciclabile dell’Appia Antica

La pista ciclabile dell’Appia Antica è una strada che collega la città eterna con Brindisi. Quest’ultimo era uno dei porti più importanti dell’Italia antica, dal quale partivano scambi commerciali molto importanti con la Grecia e l’Oriente. Oggi è un’arteria stradale piena di fascino, considerata ancora come un miracolo dell’ingegneria civile per il grande impatto economico, militare e culturale donato a tutta la civiltà.