Cos'è un hosting dedicato e le differenze con uno condiviso

Cos’è un hosting dedicato e le differenze con uno condiviso

L’hosting è il servizio che consente ai siti web di trovare stabile collocazione sulla rete internet, permettendo all’utenza di raggiungerli e consultarli 24 ore su 24, utilizzando qualsiasi tipologia di dispositivo (pc, tablet o smartphone) e un qualsiasi browser di navigazione. Decidere di acquistare un servizio hosting vuol dire ottenere uno spazio virtuale personale su un server fisico messo a disposizione da un’azienda terza. Pur essendo gli hosting solitamente utilizzati per ospitare siti web, è anche possibile sfruttarli per immettere online altre tipologie di contenuti, come un forum, un sito aziendale o un sito per video, fotografie o giochi. Tra le diverse tipologie di hosting in commercio esiste, in particolare, l’opzione hosting dedicato (https://www.seeweb.it/prodotti/foundation-server/smart), particolarmente indicato per le imprese o aziende di medie o grandi dimensioni che necessitano di mantenere costantemente attivo e raggiungibile il loro sito web.

Differenze tra hosting dedicato e hosting condiviso

Un hosting dedicato, come suggerisce il suo stesso nome, è uno spazio virtuale utilizzato esclusivamente da colui che decide di acquistarlo. Questa opzione, infatti, non offre all’utente soltanto una parte di spazio su un server fisico, ma la totale disponibilità dello stesso. Un hosting condiviso, al contrario, suddivide lo spazio disponibile sul server (e dunque anche le sue potenzialità) fra molteplici utenti, ognuno dei quali può usufruire soltanto della parte a lui dedicata. Le differenze tra le due tipologie di hosting sono abissali in termini di potenzialità, flessibilità e affidabilità delle performance. L’hosting dedicato offre, a differenza di quello condiviso, opzioni di gestione ed utilizzo dello spazio web che possono essere totalmente personalizzate a seconda delle necessità imprenditoriali di colui che l’ha acquistato.

Permette infatti di configurare ogni aspetto del server a seconda delle proprie preferenze e, dunque, di sceglierne il sistema operativo, il sistema di sicurezza e la frequenza con cui effettuare i backup dei dati. Con un hosting dedicato, inoltre, la vigilanza del provider sarà destinata esclusivamente a colui che ha acquistato questo spazio personale, elemento sicuramente vantaggioso nel momento in cui si possa avere bisogno di un servizio di assistenza celere e immediato. Non bisogna infine dimenticare che le prestazioni del server saranno utilizzate unicamente dall’unico acquirente e non dovranno essere suddivise tra più client, perdendo in potenza e velocità.

Quando scegliere un hosting dedicato

L’hosting dedicato massimizza la potenza e la velocità dei siti web ed è indicato per tutte quelle aziende che necessitano di un servizio di alto livello, caratterizzato dalle migliori prestazioni. Chiunque voglia avere il totale controllo del proprio spazio web, con l’hosting dedicato avrà pieno accesso al root e dunque la possibilità di configurare secondo le proprie preferenze tutte le impostazioni amministrative di sistema. La personalizzazione può essere effettuata personalmente, in mancanza delle competenze necessarie,con l’ausilio del sistemista addetto al server.

Questa tipologia di hosting è la più efficiente in termini di gestione di un considerevole numero di accessi simultanei e, grazie all’elevata capacità di elaborazione e trasmissione dei dati, è in grado di ospitare diversi script o software che eseguono operazioni complesse. In questo modo, chiunque voglia raggiungere il sito web non dovrà subire alcun rallentamento o ostacolo in fase di caricamento e navigazione, cosa che invece potrebbe avvenire con un hosting condiviso (in quanto le prestazioni del server fisico devono essere equamente suddivise tra tutti i siti ospitati dallo stesso).

Questa soluzione offre inoltre massima sicurezza per quanto riguarda la condivisione e l’accesso dei dati, oltre che nell’invio e ricezione di e-mail. Il server fisico che ospita un solo utilizzatore, infine, non è soggetto agli svantaggi tipici di un server condiviso, come ad esempio un peggior posizionamento SEO dei siti web e il rischio di rallentamenti dovuti a spam proveniente da altre pagine.